Tu sei qui

L'iniziativa

Cosa è  STOP VIVISECTION

STOP VIVISECTION prende le mosse da un importante strumento partecipativo varato dall’Unione europea nel 2012 con l’articolo 11 del Trattato UE. Si tratta del “diritto d’iniziativa”, che consente  ai cittadini europei di “prendere parte all’elaborazione delle politiche dell’UE” secondo modalità strettamente regolate.

Facendo riferimento a questo quadro normativo, undici cittadini europei di differente estrazione e provenienza hanno dato vita all’Iniziativa STOP VIVISECTION, che ha ricevuto l’autorizzazione della Commissione Europea a procedere, e che ha abbondantemente oltrepassato il milione di firme autenticate richiesto: STOP VIVISECTION ha infatti superato 1.200.000 firme riconosciute valide dalle autorità preposte.

Le ragioni di STOP VIVISECTION

1) Si allarga di giorno in giorno  il numero di medici e ricercatori di rilievo internazionale che mettono in discussione la validità della sperimentazione animale, giudicata un grave errore scientifico in quanto priva di valore predittivo per l’uomo.

2) Da questo punto di vista, il metodo della sperimentazione animale rappresenta:
      a) Un pericolo per la salute umana e per l’ambiente;
      b) Un freno per lo sviluppo dei nuovi metodi di ricerca biomedica fondati sulle straordinarie acquisizioni scientifiche del nostro tempo, che ovunque si vanno facendo strada;
      c) Un ostacolo alla possibilità di attingere a risposte ben più affidabili, esaurienti, veloci ed economiche, forniteci dalle nuove tecnologie pertinenti per l’uomo;

4) STOP VIVISECTION è altresì nata per mettere in discussione e controbilanciare i forti interessi di chi realizza profitti sulla sperimentazione animale senza considerare né la salute dei cittadini né i diritti alla vita, al benessere e alla libertà di tutti i viventi.

STOP VIVISECTION è stata presentata ufficialmente al Parlamento Europeo il 26 giugno 2013, con la partecipazione di eurodeputati di ogni corrente politica e con le testimonianze di numerosi scienziati, che hanno preso parte alla cerimonia sia direttamente che indirettamente attraverso un lungo messaggio-video presentato da Jeremy Rifkin.

STOP VIVISECTION, con più di 1.200.000 firme raccolte in tutta Europa, vuole indicare alla Commissione Europea la strada legislativa da seguire.

Sarà quella di rendere obbligatori i metodi sostitutivi ovunque essi siano applicabili, incoraggiandone l'ulteriore sviluppo, per un serio percorso verso la rapida abolizione della inutile e rischiosa pratica della sperimentazione animale, che non ha mai subito alcun processo di "validazione" (obbligatoriamente richiesto, invece, ad ogni nuovo metodo usato).

 
Agenda dell'Iniziativa:
 
APR
25
2012
Proposta alla Commissione dell’Iniziativa dei Cittadini Europei STOP VIVISECTION
   
GIU
22
2012
Registrazione di STOP VIVISECTION da parte della Commissione, con autorizzazione a raccogliere le firme sia su carta che sul web (tempo disponibile 12 mesi)
   
GIU
26
2013
Conferenza al Parlamento Europeo a Bruxelles per presentare STOP ViVISECTION
   
NOV
1
2013
Chiusura della raccolta firme (dilazione di 4 mesi dovuta al ritardo di 6 mesi con il quale è stato reso disponibile il software per la raccolta online)
   
DIC
23
2013
Data entro la quale sono state spedite le firme raccolte (che ammontano a 1.326.000) alle autorità preposte alla loro certificazione nei singoli Stati membri
   
NOV
26
2014
Conferenza Stampa al Parlamento europeo a Strasburgo in cui si rende noto che sono state raccolte oltre un milione di firme certificate. La Commissione chiede ai promotori di STOPVIVISECTION che la presentazione dell’iniziativa venga rinviata, non essendovi nell’immediato date disponibili per l’Audizione
   
MAR
3
2015
Presentazione di STOP VIVISECTION alla Commissione con l’invio dei certificati per un totale di 1.173.131  firme certificate (cifra non inclusiva delle firme certificate di due Stati membri, non restituite a Stop Vivisection, nonostante numerosi solleciti)
   
MAG
11
2015
Data stabilita dalla Commissione per l’Audizione, sia la privata (in mattinata) che la Pubblica (dalle ore15:00 alle 18:00)
   
GIU
3
2015
Data entro la quale la Commissione deve dare una risposta ai promotori di Stop Vivisection